-
Home La Provincia URP Ufficio Stampa Servizi Albo pretorio Concorsi Bandi di gara Avvisi Pubblici Amministrazione Trasparente
Link a Facebook Link a Twitter Link a youtube
Home » Servizi » Politiche sociali » Progetto Libera

Progetto Libera - Centro Antiviolenza e Case Rifugio


Che cos'è


È un progetto di assistenza e integrazione sociale, finanziato, in continuità dal 1999 ad oggi, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità e gestito dal Servizio Politiche Sociali, di Parità e Giovanili, della Provincia di Lecce. E' rivolto a persone vittime di tratta, violenza, sfruttamento sessuale, lavorativo, accattonaggio, ecc. Promuove percorsi di emancipazione dalle situazioni di vulnerabilità, garantisce protezione sociale e sicurezza, è finalizzato all'inclusione sociale e lavorativa delle persone in carico. Gli obiettivi, connessi in un approccio integrato a quelli del progetto "Libera-Percorsi integrati per l'individuazione e l'accoglienza di persone ridotte o mantenute in schiavitù e in servitù", sono i seguenti: individuazione delle vittime, pronto intervento sociale, prima assistenza, ospitalità in case rifugio a indirizzo segreto, protezione sociale, regolarizzazione, orientamento, formazione, inserimento lavorativo. La grande maggioranza delle vittime è costituita da persone migranti presenti nei territori di Lecce, Brindisi e Taranto, pertanto, l'ambito d'intervento è sovraprovinciale.

A chi rivolgersi


Centro Antiviolenza del "Progetto Libera": viale Marche, 17 – Lecce – Tel. 0832/217872 Fax 0832/217761 e-mail: progettolibera@libero.it

Quando


Dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.30

Costi


Nessuno.

Cosa fa la Provincia


Individua le persone sottoposte a una condizione di schiavitù, servitù, tratta di esseri umani, violenza e grave sfruttamento. Garantisce il pronto intervento e la pronta ospitalità in situazioni di emergenza e avvia la fase di valutazione e approfondimento di ogni singola storia finalizzata all'ingresso in protezione sociale o all'invio ad altri servizi. Le persone che entrano nel programma di protezione sociale vivono in appartamenti di civile abitazione a indirizzo segreto e iniziano un percorso individualizzato di regolarizzazione, accompagnamento ai servizi, orientamento, formazione, fino all'inserimento sociale e lavorativo.

Normativa di riferimento


Articolo 18 decreto legislativo 286/98; art. 13 legge n.228/2003.

Data di compilazione


20/3/2015


Allegati


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!